Il presepe sommerso di Posta Fibreno nell’articolo di Avvenire

scoprire_05-01-15Un’emozione veramente unica quella vissuta sulle rive, ma soprattutto sul fondo del lago di Posta Fibreno domenica 21 dicembre. La giornata è iniziata all’alba, a Frosinone, dove 40 atleti del gruppo sportivo Il Corridore sono partiti per la maratona amatoriale organizzata in ricordo di Giancarlo De Rosa, socio fondatore de L’Impegno e appassionato podista prematuramente scomparso. Dopo aver fatto tappa a Casamari, Isola del Liri e Sora gli atleti hanno tagliato il traguardo, sulle sponde del lago, dove poi si è svolta la seconda parte della manifestazione.

Sotto i tiepidi riflessi del sole 50 sub, provenienti da ben 11 diving, si sono immersi sul fondo del lago ai piedi della magnifica Croce, in ferro battuto del Bonavenia, per collocare il presepe. Anzi, i presepi. Quest’anno, infatti, ne sono stati posizionati ben tre delle associazioni Assoscuba, asd Blu e Marlin. Mentre i subacquei armeggiavano con mute, bombole, maschere e pinne per prepararsi all’immersione, i presepi sono stati benedetti dal Vicario generale della Diocesi di Sora Cassino Aquino Pontecorvo, Monsignor Antonio Lecce.

Prima di immergersi tutti i subacquei hanno formato un cerchio al centro del lago e dandosi la mano hanno augurato il Buon Natale alle centinaia di persone presenti. L’impegno e la raccolta fondi “Gocce di mare per un oceano di solidarietà” organizzata dall’Assoscuba in favore dell’ associazione Peter Pan Onlus, hanno contribuito a rendere l’evento anche un grande successo di solidarietà. Un presepe sommerso… una fede che emerge viva in superficie.

-

Autore: Riccardo Petricca
Fonte: Avvenire

-

© Riproduzione riservata