Gallinaro, sesta tappa del Festival delle Storie

raccontare_28-08-14Sesto giorno del Festival delle Storie. Giovedì 28 agosto, a Gallinaro, la carta è quella dell’Cavaliere errante: il cavaliere di coppe, colui che cerca il Santo Graal e al Festival lo fanno camminare nel mare, di porto in porto. La coppa contiene acqua e sangue. È la letteratura e la vita dei porti. È l’altrove. È ciò che c’è al di là dell’orizzonte. È la sicurezza di fermarsi in un luogo sicuro, pieno di vita, di gente, di esperienze, di racconti, di ricordi.

-

PROGRAMMA

Ore 17,00 · Piazza Cuore del Gesù (Gallinaro)
Come si dice Saviano in francese? Incontro con Marguerite Pozzoli, editor della casa editrice francese L’Actes Sud.

Se gli autori italiani sono conosciuti in Francia buona parte del merito spetta a Marguerite Pozzoli, editor e traduttrice della famosa casa editrice di Arles. È a lei che si deve la traduzione in Francia dei romanzi di Stefano Benni, Susanna Tamaro, Pierpaolo Pasolini, Giovanni Verga e Luigi Guarnieri, di scrittori napoletani come Domenico Rea, Annamaria Ortese, Erri de Luca e Roberto Saviano.

-

Ore 18,00 · Piazza Cuore del Gesù (Gallinaro)
Navigare necesse est. Incontro con Miriam D’Ambrosio: Fuori non è così (Barbera Editore), Fabio Geda: Se la vita che salvi è la tua (Einaudi) e El Nasif Amani: Siria Mon Amour (Piemme). Modera Marco Vichi, scrittore.

Come sopravvivere alle incertezze della vita. Un Mattia Pascal accattone a New York, professore precario incapace di diventare padre, che si perde nei clochard della Grande Mela. Una professoressa che cambia la vita dei suo ragazzi grazie alla letteratura e una ragazza che si ritrova a fare i conti in Siria con un matrimonio combinato e l’impossibilità di tornare a casa. Tre grandi storie su come sta cambiando il mondo.

-

Ore 19,00 · Piazza San Giovanni Battista (Gallinaro)
Il grande gioco: storie dall’Afghanistan. Incontro con Gabriele Maniccia: Kabul Dreamland Hotel (Exòrma), Naida Caira, fotografa, Francesca Recchia, ricercatrice e scrittrice indipendente.

L’Afghanistan visto da tre sguardi diversi. Un esperto di comunicazione, che ha ricoperto svariati incarichi internazionali per il Ministero degli Esteri, che per un anno si è avventurato nella zona protetta del Dreamland Hotel immergendosi nella realtà della strada, una fotografa che con i suoi reportage ha raccontato la vita quotidiana delle famiglie di Kabul, una ricercatrice universitaria che da anni studia in loco i paesi in guerra.

-

Ore 19,30 · Piazza Cuore del Gesù (Gallinaro)
Mare Nostrum. Incontro con Stefania Nardini: Alcazar, ultimo spettacolo (E/O).

Si parla di Mediterraneo, di Mare Nostrum come narrazione, come odori, sapori, personaggi e colori. 1939: Marsiglia è una città italiana. Napoletani, siciliani, piemontesi fuggono dal fascismo e dalla fame. Sono scattate le leggi razziali. Da Napoli parte una nave, a bordo una compagnia teatrale. Pioggia di stelle è lo spettacolo che la compagnia dovrà rappresentare all’Alcazar, il mitico teatro dove si sono esibite le più importanti celebrità. Un viaggio fra storie che arrivano dal Sud del mondo, la costa nordafricana e i vicoli delle città di mare.

-

Ore 20,30 · Piazza Cuore del Gesù (Gallinaro)
Il mestiere dei libri. Incontro con Isabelle Gremillet, fondatrice de L’Oiseau Indigo e Luciano Monti, docente di Politica Economica Europea alla Luiss, modera Maria Cristina Cusumano.

La cultura può cambiare i destini di una terra ma la via da percorrere non è sicuramente facile. L’esperienza di un docente universitario, Luciano Monti e quella di Isabelle Gremillet, creatrice di una casa di distribuzione di libri che porta nelle librerie del Nord (Fracia, Belgio, Svizzera) libri scelti dal sud del Mediterraneo, offrono uno scenario di possibilità concrete.

-

Ore 21,00 · Piazza San Giovanni Battista (Gallinaro)
Le vie della consapevolezza. Radiolivres con Niccolò Branca: Per fare un manager ci vuole un fiore (Mondadori) e Zap Mangusta: Le infradito di Buddha (Ponte alle Grazie).

Un mondo migliore è possibile? Si. Ma da dove si deve cominciare? Dalle nostre scelte quotidiane, perchè cambiando noi stessi cambieremo il mondo. In che modo? Una domanda che suona come una sfida, quella che hanno raccolto Niccolò Branca, Presidente e Amministratore delegato della holding del Gruppo Branca International e Zap Mangusta, eclettica figura di attore, conduttore radiotelevisivo, giornalista, autore e scrittore.

-

Ore 21,30 · Cantina Kabul (Gallinaro)
Aleppo. Notes from the Dark. Film documentario scritto e diretto da Michal Przedlacki.

Un documentario sulla guerra civile in Siria, ambientato ad Aleppo nell’agosto del 2013 che racconta le storie personali di gente comune che ha abbracciato la causa dei ribelli. Storia di una rivoluzione al di là del bene e del male. E’ stato presentato al One World Festival di Praga, il festival dei diritti umani di Praga.

-

Ore 22,00 · Piazza Cuore del Gesù (Gallinaro)
Il fascino dell’avventura. Incontro con Roberto Diso: Mister No (Bonelli), Walter Venturi: Il grande Belzoni (Bonelli), Benedicta Froelich: Nella sua quiete (Nuova Editrice Magenta). Moderano Adamo D’Agostino e Valerio Di Benedetto.

Come raccontare l’avventura. Le storie d’Oriente di Lawrence d’Arabia e del grande Belzoni, l’Amazzonia immaginaria di “Mister no”. Tre eroi che vanno alla ricerca di sé e regalano nuovi spazi al nostro immaginario.

-

Ore 22,00 · Piazza San Giovanni Battista (Gallinaro)
Tre donne al mare: spettacolo teatrale di e con Liuba Scudieri, musiche di Davide Chimenti.

Liuba Scudieri, napoletana che vive da anni a Marsiglia, narratrice e archeologa, presenta Tre donne al mare, di cui è autrice e unica protagonista. Uno spettacolo sulla migrazione, tema duro dei nostri giorni se vissuto e raccontato da chi si scontra oggi con la realtà di una cronaca vista questa volta dal punto di vista delle donne.

-

Ore 23,00 · Piazza San Giovanni Battista (Gallinaro)
Genius Urbis: omaggio a Giorgio Faletti. “La Narratela” con Giorgio Conte, cantautore e compositore, Laura Calosso: A ogni costo, l’amore (Mondadori) Elena Radonicich, attrice e Lucio Pellegrini, regista.

Giorgio Faletti ha girato un ultimo cortometraggio come atto d’amore alla sua terra. Il titolo è Veruska, corto diretto da Lucio Pellegrini, ed è tratto dal romanzo A ogni costo, l’amore di Laura Calosso. I protagonisti, oltre a Giorgio Faletti, sono Teco Celio, Elena Radonicich, Germana Pasquero. Del cast hanno fatto parte anche altri attori astigiani e il cantautore Giorgio Conte. Le musiche sono di Paolo Conte. E’ un atto d’amore verso Asti ed è la prima pietra di Genius Urbis, il progetto di raccontare le mille Italie dei comuni. L’Italia s’è desta, partendo da Asti. E il prossimo passo potrebbe essere proprio la Valle di Comino.Le mille Italie dei comuni per l’Italia: la rinascita” è un’iniziativa di carattere nazionale, volta a unire l’impegno di artisti, imprenditori, cittadini in attività di rilancio del territorio locale su scala nazionale e internazionale. Per questo motivo al progetto è stata conferita nel dicembre scorso la Medaglia del Presidente della Repubblica.

-

INFO
Dove: Gallinaro (Fr)
Quando: 28 agosto 2014
Vai al sito ufficiale

-

© Riproduzione riservata